Allunga la vita del tuo smartphone curando la sua batteria

18
views

Come conservare a lungo la carica della batteria del tuo smartphone

phone battery

Premessa

La vita del tuo smartphone dipende dalla dalla vita sua batteria.

Per come sono prodotti oggi gli smartphone, la sostituzione della loro batteria, sempre ammesso che sia possibile, può risultare più costosa dello smartphone stesso.

Soprattutto se parliamo di smartphone datati.

Quindi, è quasi d’obbligo conoscere alcune semplici regole che ci possono aiutare a gestire bene lo stato di salute della batteria.

Le regole principali

  • La batteria del tuo smartphone non soffre più dell’effetto memoria delle vecchie batterie al Nichel-Cadmio quindi, NON serve scaricarla completamente prima di ricaricarla anzi, questa pratica è vivamente sconsigliata.
  • Non tenerla in carica tutta la notte o tutto il giorno, in ufficio, e possibilmente, ricaricala solo quando scende sotto il 15% – 20% e cerca di non andare mai oltre l’80%. Se temi di rimanere senza carica, meglio che tu abbia con te una buona Power Bank, anch’essa ricaricata bene, come lo smartphone.
  • Evita, il più possibile, di utilizzare lo smartphone quando è in carica. Molto meglio che la ricarica avvenga con lo smartphone a riposo e con lo schermo spento. Caricare durante l’utilizzo, stressa la sezione interna di alimentazione e crea dannosi surriscaldamenti.
  • A proposito di surriscaldamento, evita quanto più possibile di tenere il tuo smartphone esposto direttamente al sole o su superfici calde. Questo vale ancora di più quando il tuo smartphone si sta ricaricando. Una batteria in carica si scalda naturalmente ed è molto dannoso, ma anche pericoloso, se in quella fase la tieni in condizioni di surriscaldarsi ulteriormente. Può esplodere o incendiarsi e le conseguenze potrebbero essere nefaste.
  • Utilizza solo il carica batterie e il suo cavo originali oppure certificati per il tuo smartphone (costruttore e modello). Ogni smartphone ha la sua batteria la quale, a sua volta, ha la sua tensione di lavoro, la sua corrente d’esercizio, massima e di ricarica, la sua potenza massima. Utilizzare un carica batterie di un’altra marca o di un vecchio smartphone, anche se della stessa marca, può danneggiare, anche molto, la batteria del tuo smartphone. Se non sei proprio costretto, e solo per quella specifica volta, non utilizzare carica batterie qualsiasi.
  • Se il tuo smartphone ha la possibilità della “ricarica rapida”, utilizzala comunque il meno possibile. Sono opzioni che servono a risolvere situazioni di particolare necessità e non è mai consigliabile trasformarle nella normalità d’uso. La batteria viene comunque stressata.

Ulteriori considerazioni finali

L’idea che la prima ricarica, appena comperato lo smartphone, debba essere di almeno 12/24 ore non vale più. Le batterie attuali, agli ioni di litio, non hanno questa esigenza anzi, a loro può addirittura fare male.

Se il tuo smartphone ce l’ha, utilizza la luminosità automatica. La batteria durerà di più e i tuoi occhi ti ringrazieranno sentitamente.

Provvedi, Il più frequentemente possibile, a chiudere le App che avevi aperto e che adesso non usi più. Se ti annoia farlo o ti dimentichi sempre o sei troppo impegnato per tenerti a mente anche questo, sappi che ci sono App che possono ricordartelo, soprattutto quando ne hai che consumano molto e rimangono sempre aperte in background.

Ci sono anche altre cose importanti che possiamo tutti fare per incrementare la durata e la vita della batteria e del nostro smartphone. Una, in particolare, è forse la più importante: non usiamo lo smartphone se non è strettamente necessario e comunque, sempre in condizioni di sicurezza.

Buon lavoro!