Come amplificare la rete Wi-Fi di casa che non arriva bene dappertutto, in tutte le stanze

Come amplificare la rete Wi-Fi di casa che non arriva bene dappertutto, in tutte le stanze.

Se hai una casa non molto grande, con poche stanze e pochi muri, meglio ancora se non sono in cemento armato, senz’altro il segnale del tuo router Wi-Fi si riceverà bene dappertutto e non avrai bisogno di fare nulla per collegare la smart tv, gli smartphone e tutti gli altri utilizzatori che pian piano stiamo installando in casa nostra.

Il discorso è diverso invece, se hai una casa abbastanza grande, ed eventualmente su due o più piani.

Ad un certo punto, ad una certa distanza dal router, il segnale inizierà ad essere sempre più debole e i tuoi apparecchi/telefoni funzioneranno sempre peggio.

Lo stesso discorso vale se hai un bel giardino grande, quando vai a prendere il sole nel posto più lontano.

Il segnale è scarso o non arriva.

Come puoi fare allora per avere sempre il segnale sufficiente dappertutto?

Soluzioni ce ne sono diverse e in questo post ti parlerò degli Estensori/Ripetitori/Range Extender.

Sostanzialmente, non dobbiamo fare altro che estendere il nostro segnale originale, quello che esce dal router di casa, amplificandolo una o più volte, quante ce ne necessitano per coprire bene tutta l’area di casa.

Oltretutto, con le nuove tecnologie e il diffondersi della domanda, è aumentata la disponibilità di questi amplificatori e con essa è diminuito il loro prezzo, fino a renderli accessibili a tutti.

extender - schema elettrico

Come si può vedere in questa immagine che schematizza un tipo di situazione abbastanza comune, al piano terra è installato il router che diffonde il suo segnale fino al massimo al primo piano.

Ad ogni piano successivo si installa, inserendolo in una presa di corrente, un Extender.

extender - apparecchiatura

Quello della figura qui sopra è solo uno dei tanti disponibili in negozio oppure online.

Alcune note tecniche di installazione

Questi Extender, per funzionare bene, hanno bisogno di ricevere un segnale discreto; non meno del 50% del segnale di partenza del router.

In caso contrario, il segnale in uscita sarà ancora più scadente, probabilmente inutilizzabile.

Come vedere quanto segnale Wi-Fi c’è nel punto che ti interessa?

Innanzitutto, l’extender solitamente ha almeno un led che ti dice se il segnale è sufficiente, ma puoi usare anche il tuo smartphone e verificare che il Wi-Fi abbia almeno 3 tacche.

Ricorda: il Wi-Fi deve avere almeno 3 tacche, non la rete telefonica.

Il resto delle istruzioni, solitamente semplici e comprensibili, lo troverai nel manuale d’uso che accompagna sempre la confezione.

Nella maggior parte dei casi, non dovrai fare altro che inserire l’Extender nella presa elettrica, eventualmente accenderlo, se è munito di interruttore, verificare l’intensità del segnale Wi-Fi e aspettare che lui si “allinei” automaticamente amplificando ed estendendo il segnale intorno a sè.

Dubbi? Necessità di spiegazioni ulteriori?

Come sempre, puoi lasciare un commento, anche per chiedere chiarimenti agli altri lettori di OneSoftware e, se vuoi essere sempre aggiornato sui nuovi articoli pubblicati, iscriviti alla Newsletter.

Buon lavoro!

La tecnologia e il viaggio, due facce della stessa medaglia: la scoperta

Share