Come cancellare la cache di Android

Last modified date

Cos’è la Cache, a cosa serve, come funziona e come cancellare la Cache di Android

Sentiamo spesso parlare di CACHE, di PULIRE LA CACHE, di SVUOTARE LA CHACHE, ma cos’è e a cosa serve la CACHE?

Cerchiamo di fare un poco di chiarezza.

Cos’è la Memoria Cache

La Memoria Cache è una forma di memoria in cui vengono immagazzinati dei dati.

Non esiste un solo tipo di Cache; ne esistono numerosi e ognuno è diverso dagli altri, sia per come è realizzato sia per lo scopo per il quale viene utilizzato.

Lo scopo principale dei vari tipi di memoria Cache rimane comunque quello di velocizzare il funzionamento dei  programmi quindi, migliorare le prestazioni dello smartphone.

La stessa cosa si può dire, quasi allo stesso modo, per i pc quindi, molti dei concetti che adesso analizzeremo valgono sia per i pc che per gli smartphone.

Questo vale anche per il mondo Apple-MAC; anche se io non tratto, volutamente, questo Mondo.

Come funziona una Memoria Cache

Una memoria cache memorizza i dati delle operazioni più frequenti che lo smartphone realizza, così da poterli recuperare velocemente ogni volta che servono, senza doverli ricaricare.

Un tipico esempio è quello delle App che apriamo sul nostro smartphone.
Android memorizza in una memoria cache il codice e alcuni dati importanti di ogni App che apriamo così, possiamo passare da una App all’altra velocemente, senza dovere ricaricare la App ogni volta.

Un altro tipico esempio è quello della navigazione in Internet.
Il browser che tu utilizzi memorizza, entro certi limiti della memoria di cui dispone il tuo smartphone, le pagine che visiti e le relative immagini.
In questo modo, se poco tempo dopo tu torni a visitare quelle pagine il tuo browser le recupererà dalla memoria cache e te le mostrerà molto velocemente.
Ovviamente, il tuo browser verificherà che le pagine che vuoi vedere non siano scadute, in base a dei criteri che non stiamo qui ad analizzare, o che ne non ne esista una versione più recente.
In questi casi, sostituirà la pagina vecchia, memorizzata nella cache, con quella nuova e te la mostrerà.

Un altro tipo di Memoria Cache è quello che il microprocessore utilizza per dialogare con le altre parti dello smartphone, o con se stesso, per velocizzare lo scambio di dati e istruzioni delle varie App e operazioni che esegue.

Volendo, potrei continuare ad elencarti altri tipi di Memoria Cache, ma entreremmo in troppi dettagli tecnici che non credo ti interessino adesso.

L’importante è aver visto che, quando parliamo di Memoria Cache non è possibile generalizzare perchè non è una cosa sola e non fa una cosa sola.

Come ripulire le Memorie Cache

Adesso invece, vediamo come fare per pulire quelle Memorie Cache che più ti interessano perchè velocizzano l’utilizzo del tuo smartphone e lo rendono anche più sicuro.

  • Innanzitutto, molte delle Memorie Cache, anche di quelle che non ti ho elencato, vengono gestite direttamente dallo smartphone e da Android, senza che tu debba fare niente.
  • Altre Memorie Cache le puoi svuotare (cancellare) semplicemente spegnendo e riaccendendo lo smartphone. Va bene anche Riavvia.
    Devi sempre tenere presente, cosa che non siamo molto abituati a fare, che uno smartphone può essere visto come un pc portatile e come tale, ogni tanto andrebbe spento.
    Questa attività, spegnerlo e riaccenderlo, può anche aiutare a porre rimedio a malfunzionamenti che si presentano improvvisamente e che non sappiamo come risolvere.
    Praticamente, azzeri tutte le Memorie Cache volatili ovvero, quelle che rimangono attive finchè lo smartphone è acceso e azzeri anche eventuali malfunzionamenti, o conflitti, dovuti al codice software di qualche App che hai usato o stai usando.
    In fondo, la perfezione non esiste e qualcosa può sempre accadere.
  • Un altro tipo di Memoria Cache della quale abbiamo parlato è quella connessa al browser e alla navigazione Internet.
    Ogni browser ha però le sue opzioni per cancellare i dati di navigazione memorizzati.
    In Questo post ho parlato proprio di questo argomento, con particolare riferimento a Chrome per Android.
    Allo stesso modo, con qualche piccola differenza, si possono cancellare i dati di navigazione anche di altri browser come Firefox, Opera e altri.
    Ricordati sempre che, se hai attivato la sincronizzazione di Chrome, tutto quello che farai su Chrome per Android si rifletterà anche su Chrome degli altri tuoi dispositivi: pc, tablet e altri.
    Quindi, se cancellerai la cronologia di navigazione, i cookies e altri dati dei siti web, le immagini e i file memorizzati nella cache del browser questi dati verranno cancellati su tutti e per tutti i tuoi dispositivi che fanno uso condiviso del browser Chrome.
    Questa attività di cancellazione sicuramente alleggerirà la quantità di informazioni salvate nella memoria cache del browser, ma allo stesso tempo renderà più lenti i caricamenti e la visualizzazione dei siti web che visiti più spesso, fino a che Chrome non avrà ricostruito una memoria cache aggiornata.
  • Un altro tipo di memoria cache che viene utilizzata su Android è quella necessaria per tenere attive in background le App che apri.
    Android fa questo per rendere più veloce il passaggio da una App ad un’altra che usi più frequentemente.
    In questo modo puoi abbandonare provvisoriamente una App per passare ad un’altra e poi tornare sull’App precedente, il tutto molto velocemente perchè Android non dovrà ogni volta caricare da zero le tue App.
    Ovviamente questo impegna della memoria del tuo smartphone quindi, una possibilità che hai è quella di andare sulle App aperte di recente usando l’apposito pulsante che trovi nella Barra di Navigazione dello smartphone.
    Tanto per intenderci, è quella barra che trovi in basso, sullo schermo.
    Ogni costruttore personalizza la sua ed inoltre, molti modelli consentono anche una personalizzazione di questa Barra da parte del proprietario dello smartphone.
    Quindi, verifica sul tuo se hai i classici tre pulsanti: Home page, Indietro, App recenti.
    Aprendo App recenti vedrai le App che sono in Background sul tuo smartphone e potrai eliminarle singolarmente o tutte assieme per mezzo del pulsante “Cestino della spazzatura”.

Conclusioni

Come hai potuto vedere, quando si parla di Memoria Cache in realtà non si parla di una cosa unica, ma di numerosi metodi di gestione e archiviazione dei vari tipi di dati che normalmente e costantemente Android gestisce.

Quindi, se si può dire che la Memoria Cache serve genericamente per velocizzare il funzionamento dello smartphone, allo stesso modo bisogna tenere presente che i tipi di Memoria Cache sono numerosi e gestiti con modalità diverse.

Su alcune Memorie Cache interviene direttamente Android, su altre possiamo intervenire noi direttamente oppure servirci anche di App di pulizia che ci aiutano a fare questa attività in modo semplice, se non addirittura automatico.

Quasi tutte le App antivirus delle Società più note e sicure hanno anche una sezione dedicata proprio alla gestione e alla pulizia delle Memorie Cache.

Esistono anche App, sempre molto note, che fanno invece solo questa attività di pulizia, ma lo fanno con numerose opzioni e utilità che consento di tenere lo smartphone sempre molto efficiente.

Tanto per non fare nomi e pubblicità (!) il solito e conosciutissimo CCleaner è una di queste App che puoi scaricare sia nella versione free che a pagamento.

Ma su Google Play ne puoi trovare anche tante altre.

Fai sempre attenzione alle recensioni, cercando anche di valutare se ti sembrano veritiere o palesemente “di parte”.

Per quanto riguarda la loro sicurezza, il programma Google Play Protect dovrebbe garantirci sulla qualità e sicurezza delle App presenti nello store.

Come sempre, puoi rimanere aggiornato sui nuovi articoli pubblicati iscrivendoti alla Newsletter di OneSoftware (piergiorgiopedrazzi.it)

Buon lavoro!

La tecnologia e il viaggio, due facce della stessa medaglia: la scoperta

Share