Crea unità di ripristino Windows 10

Last modified date

Come creare una unità di ripristino Windows 10 che faccia ripartire il tuo pc che non parte più

I motivi possono essere tanti quindi, non te li sto ad elencare, ma può benissimo accadere che tu accenda il tuo pc e che questo non parta più.

Mettici che, per un qualche motivo, tu non abbia mai attivato i punti di ripristino di Windows.

Se non sai cosa sono, quanto sono importanti, a cosa servono e come si creano e si usano, appena puoi leggiti questo mio post: “Come fare se Windows non funziona bene o non funziona più

Non credere mai che al tuo pc questo, di non partire più, non potrà mai accadere perchè invece è molto più frequente di quello che tu creda.

Quindi, vediamo adesso cosa puoi fare e come puoi farlo ovvero: cos’è una unità di ripristinocome si crea una unità di ripristino.

Cos’è una unità di ripristino

Una Unità di ripristino è una normale chiavetta USB sulla quale, mediante una procedura guidata da Windows 10, vengono scritti i file di sistema di Windows, assieme ad altre informazioni importanti.

Dopo aver preparato questa chiavetta USB ed esserti annotato la data di preparazione, la riponi e la tieni a disposizione.

Se non succede niente al tuo pc, entro un anno dalla sua creazione devi aggiornarla ripetendo la procedura che fra poco vedremo.
Questo è importante perchè Windows si aggiorna periodicamente.

Teoricamente dovresti aggiornare la tua chiavetta USB dopo ogni aggiornamento importante di Windows, ma Microsoft consiglia di farlo almeno una volta all’anno.

La chiavetta USB che userai deve avere una capacità di almeno 16 GigaByte, ma visti i costi ormai molto bassi di questi componenti, ti consiglio di utilizzarne una da 32 GigaByte.

Come si crea una unità di ripristino

Crea unità di ripristino Windows 10 - creare una unita di ripristino windows 10 pannello di controllo

Apri la casella di ricerca (lente di ingrandimento) a destra del pulsante Crea unità di ripristino Windows 10 - windows 10 start 25x25 1 Start e scrivi, in basso, crea unità di ripristino.

numero uno Clicca su Crea unità di ripristino Pannello di controllo. Se ti viene chiesto di consentire alla app di apportare modifiche al dispositivo (dipende dalla tua configurazione di Sicurezza di Windows), clicca sul pulsante .


 

Crea unità di ripristino Windows 10 - creare una unita di ripristino windows 10 crea unita

Nella videata successiva numero uno Spunta la casella Esegui il backup dei file di sistema nell’unità di ripristino

Adesso, inserisci la tua chiavetta USB da 32 GigaByte in una presa USB del tuo pc.
Tieni presente che tutto quello che c’è sulla chiavetta verrà cancellato definitivamente.

numero due Clicca su Avanti e attendi.


 

Crea unità di ripristino Windows 10 - creare una unita di ripristino windows 10 attendere

Attendi fino a che la preparazione non sarà completata.

La velocità di preparazione dipende anche dalla capacità di calcolo del tuo pc.


 

Crea unità di ripristino Windows 10 - creare una unita di ripristino windows 10 seleziona unita flash usb

Appena pronta, la procedura cercherà la tua chiavetta USB che hai inserito e ti chiederà di confermarla.

Ovviamente, se hai più di una chiavetta inserita dovrai selezionare quella che desideri utilizzare.

Quando sei pronto, clicca su Successivo.


 

Crea unità di ripristino Windows 10 - creare una unita di ripristino windows 10 creazione in corso

Attendi fino al completamento dell’attività.

Ovviamente, se vuoi annullare tutto clicca su Annulla.


 

img

Al termine dell’operazione, potrai estrarre la chiavetta che dovrai conservare con attenzione perchè è importante che i dati che contiene siano integri.

Ripeti periodicamente questa operazione, anche utilizzando la stessa chiavetta.

La periodicità dipende anche da quanti aggiornamenti hai visto che il tuo pc Windows ha ricevuto.

In ogni caso, Microsoft consiglia di non lasciare passare più di un anno, ma ritengo che 6 mesi sia un buon intervallo di tempo adottabile.

Conclusioni

Creare e tenere a disposizione una unità di ripristino Windows su una chiavetta USB è sicuramente una cosa molto importante e positiva.

Inoltre, la sua preparazione è molto semplice, anche se non velocissima; ma i dati da salvare sono tanti.

In caso di necessità, con il pc che non riparte dopo l’ultimo spegnimento o una qualsiasi altra attività o manovra, avere questa chiavetta USB di ripristino può rivelarsi decisivo per recuperare tutti i nostri dati quindi, meglio averla.

Come sempre, puoi rimanere aggiornato sui nuovi articoli pubblicati iscrivendoti alla Newsletter di OneSoftware (piergiorgiopedrazzi.it)

Buon lavoro!

La tecnologia e il viaggio, due facce della stessa medaglia: la scoperta

Share