Posso sostituire il disco fisso, Hard Disk, del mio pc Windows o Linux o Apple Mac con un SSD – Flash memory ?

Posso sostituire il disco fisso, Hard Disk, del mio pc Windows o Linux o Apple Mac con un SSD – Flash memory ?

Quasi-quasi sarei tentato di dirti subito: , qualunque sia il tuo computer e il Sistema Operativo che monta, puoi sostituire il vecchio Hard Disk a motore con uno a stato solido, una Flash Memory a stato solido.

Con questa risposta, se ti fidi di quello che dico, puoi già partire ad acquistare la tua nuova memoria e iniziare ad installarla.

Ma proviamo a fare chiarezza su un paio di cose utili.

Primo

La memoria SSD (solid-state drive) è costituita da un circuito elettronico integrato, pieno di chip di transistor, condensatori, diodi e altri componenti e non ha parti in movimento.

ssd memoria a stato solido
chipset di memoria a stato solido – (immagine liberamente tratta dal web)
ssd sata
chipset di memoria a stato solido in involucro sata – (immagine liberamente tratta dal web)

 

Secondo

L’Hard Disk (quello che vuoi sostituire) è invece costituito da un numero variabile, ma consistente, di dischi rivestiti di materiale magnetico, sui quali vengono registrati i bit di tutti i files del tuo computer.

Questi dischi, tramite un motore che ruota ad alta velocità (solitamente tra i 5600 e i 7200 giri al minuto) vengono tenuti costantemente in movimento e scritti e letti da testine mobili che si spostano, galleggiando, sulla loro superficie.

Hai presente i giradischi per i dischi musicali in vinile? Una cosa simile, ma non troppo!

Ovviamente, gli Hard Disk sono più lenti nello scrivere e leggere i dati, sono più delicati e soggetti a rotture improvvise, sono più rumorosi durante il funzionamento e consumano molta più energia elettrica.

hard disk serial ata
disco fisso sata a motore – (immagine liberamente tratta dal web)

Fatte queste precisazioni diciamo che:

a parità di tecnologia di interfacciamento con il tuo pc (IDE – ATA o SATA) e di capacità di memorizzazione (GigaByte), qualsiasi Hard Disk, di qualsiasi computer, con qualsiasi sistema operativo, anche Apple Mac, può essere sostituito con un SSD, ottenendo un miglioramento delle prestazioni.

Il nuovo SSD può anche essere più capiente (GigaByte) del vecchio Hard Disk, ma deve essere delle stesse dimensioni fisiche, che vengono misurate in pollici.

Questo vale sicuramente per i notebook, che hanno spazi ben definiti mentre; può anche non valere per i computer fissi, desktop

I computer più vecchi, con vecchi sistemi di interfacciamento, quali gli IDE, richiedono un adattatore di connessione per il nuovo SSD che è normalmente un SATA (serial ATA)

adattatore ide - sata per notebook
immagine liberamente tratta dal web

L’immagine mostra un tipo di adattatore, ma possono anche essere molto diversi.

L’interfacciamento SATA, a sua volta può essere di tipo 2 o 3, come le connessioni USB.

Quelle un pochino più vecchie sono le Tipo 2 mentre, quelle più recenti sono le Tipo 3.

Se su una presa USB di tipo 3 colleghi una chiavetta USB di tipo 2, potrai comunque utilizzarla, ma con prestazioni minori.

La stessa cosa vale per il tuo nuovo SSD.

Se il tuo computer è abbastanza datato, funzionerà comunque, ma con prestazioni un poco inferiori, ma comunque migliori del vecchio Hard Disk.

L’installazione meccanica

Per l’installazione meccanica, solitamente si risolve aprendo il computer, svitando dal suo alloggiamento il vecchio Hard Disk e inserendo il nuovo SSD, che mantiene le stesse dimensioni e gli stessi fori per le viti di fissaggio.

Il trasferimento dei dati

Invece, per il trasferimento di tutti i dati dall’Hard Disk all’SSD, spesso il costruttore dell’SSD mette a disposizione un software che, collegando l’SSD ad una porta USB con un adattatore commerciale e di basso costo, trasferisce fedelmente tutto, anche il Sistema Operativo, sul nuovo supporto.

Ci vorrà un po’ di tempo e pazienza, ma alla fine, avrai una immagine nuova e perfetta su SSD di tutto quello che c’è sull’Hard Disk e sarai pronto ad utilizzare il tuo computer “ringiovanito”.

Buon lavoro!

La tecnologia e il viaggio, due facce della stessa medaglia: la scoperta

Share