Quale programma per ufficio Microsoft 365, Microsoft Office 2019, OpenOffice o LibreOffice

Qual’è il programma per ufficio migliore per le tue esigenze ?

Sono tutti in grado di soddisfare le esigenze sia del singolo utente, che dell’ufficio privato o pubblico, che delle grandi organizzazioni.

Le differenze principali

  • Microsoft 365 viene fornito con il pagamento di un abbonamento annuale e si avvale di App appositamente realizzate e del Cloud Microsoft OneDrive. Non servono aggiornamenti perchè questi verranno fatti direttamente da Microsoft
  • Office 2019 è il classico prodotto installabile su pc di casa Microsoft. Si acquista una volta e non c’è nessun rinnovo da pagare, ma non si aggiornerà con il passare del tempo
  • OpenOffice e LibreOffice sono sostanzialmente gratuiti. Si scarica il file di installazione e si procede sul proprio pc e su tutti i pc che si vuole. Periodicamente, vengono rilasciati aggiornamenti gratuiti

Cosa tenere in considerazione

  • Utilizzi in modo intenso i fogli di calcolo (Excel) e/o le presentazioni (PowerPoint) ?
  • Tu o il tuo personale siete abituati ad usare Office e non avete molta voglia e tempo di imparare qualcosa di nuovo ?

In questi casi, forse è meglio che non cambi i tuoi programmi e le tue abitudini quindi, puoi rimanere sul classico prodotto installabile Office 2019.

Oppure, vuoi avere sempre a disposizione i tuoi strumenti Office e i tuoi documenti, in qualsiasi parte del mondo connessa ad Internet?

Allora, Microsoft 365 è probabilmente la migliore scelta per te.

Se invece preferisci la soluzione classica di Office, ma vuoi avere gli aggiornamenti periodici e non vuoi legarti a nessuna licenza nè una tantum nè annuale, allora OpenOffice o Libre Office sono le soluzioni che fanno per te.

Fatta questa doverosa premessa, diciamo che di Microsoft 365 non parleremo perchè, per chi fa questa scelta c’è tutta la documentazione e l’organizzazione Microsoft disponibile.

Di OpenOffice, idem non parlerò perchè parlerò di LibreOffice, che è molto simile, e ha dalla sua una comunità vastissima di sviluppatori entusiasti che continuamente aggiornano, migliorano, fanno progredire l’intero progetto.

Comunque, imparato LibreOffice hai praticamente imparato anche OpenOffice.

LibreOffice – installazione

tutti i documenti creati con Microsoft 365 possono essere aperti e modificati con OpenOffice e LibreOffice e viceversa.

Quindi, tranquillo, niente di quello che hai andrà perso o sarà da rifare e niente di quello che farai sarà inutile o inutilizzabile, anche da altri che utilizzano piattaforme differenti.

LibreOffice, sul sito italiano che ne cura la diffusione, mette a disposizione una completa documentazione in formato pdf e un forum di discussione dove si possono trovare tanti consigli e soluzioni.

Questo è l’indirizzo web di LibreOffice e dal quale puoi scaricare sempre l’ultima versione e l’ultimo aggiornamento installabile.

Per quanto riguarda l’installazione, c’è ben poco da dire.

Le versioni principali sono:

  • FRESH destinata ad utilizzatori esperti, capaci anche di modificarne le caratteristiche e di trarne particolari prestazioni, anche non usuali
  • STILL è la versione del programma sottoposta a più revisioni. È raccomandata per l’uso in ambito professionale.

Scarica il file .msi della versione che fa per te.

Per l’ufficio è consigliabile la versione STILL.

Al termine, come solitamente si fa in Windows, fai un doppio click sul file scaricato e segui le semplici istruzioni che vengono presentate.

E’ tutto molto semplice e intuitivo e, ad installazione terminata, puoi subito iniziare ad utilizzare il programma.

Conclusioni

Un’ultima osservazione: sul sito web di LibreOffice troverai una richiesta per fare una donazione a sostegno di un progetto che comunque rimane gratuito.

Magari, prima prova il programma poi, se sarai soddisfatto e deciderai di tenerlo e continuare ad utilizzarlo beh, una piccola donazione non sarebbe certamente una cattiva idea.

Come sempre, puoi rimanere aggiornato sui nuovi articoli pubblicati iscrivendoti alla Newsletter di OneSoftware (piergiorgiopedrazzi.it)

Buon lavoro!

71 / 100

La tecnologia e il viaggio, due facce della stessa medaglia: la scoperta

Share