Windows 10 – Ottimizzare l’hard disk SSD per migliorare le prestazioni del tuo computer

Come fare la manutenzione dei nuovi dischi a stato solido SSD per computer

ssd sata
immagine presa dal web

L’epoca degli Hard Disk meccanici, con dischi in rotazione velocissima e testine di lettura modello giradischi, sta velocemente tramontando.

E sinceramente, credo che nessuno li rimpiangerà veramente.

Sono pesanti, rumorosi, scaldano e consumano tanta energia elettrica e inoltre, sono delicati e soggetti a rotture.

Inoltre, hanno una congenita predisposizione alla frammentazione dei dati memorizzati e questo, incide decisamente tanto sulle prestazioni “velocistiche”.

I nuovi SSD, che ormai quasi tutti noi abbiamo sul nostro computer, sono decisamente più veloci, leggeri, silenziosi, poco voraci di energia elettrica e non hanno nessun componente meccanico che gira vorticosamente o si sposta in qua e in là.

Ma hanno anche una predisposizione molto, molto bassa a frammentare i dati, i file e questo contribuisce ancora di più ad esaltarne le doti di velocità.

Inoltre, se li usi con Windows 10, hai a disposizione alcune funzioni che ti consentono di tenere sotto controllo ed efficiente il tuo SSD.

Quindi, in questo post ho pensato di parlarti proprio di questo e di farti vedere, aiutandomi come spesso faccio con delle immagini, cosa puoi fare e come devi farlo.

Come si fa

Vedrai che, quello che devi fare tu è veramente semplice e veloce e lo devi fare praticamente solo una volta, perchè successivamente Windows 10 lo farà lui automaticamente, tenendo tutto sotto controllo.

In pratica, dovrai selezionare i dischi da controllare e attivare su di essi, con una cadenza settimanale o mensile, il controllo della frammentazione e della “salute” del disco fisso SSD.

Ricorda che, se vuoi vedere le immagini ingrandite devi cliccarci su.

ottimizzare disco ssd
immagine 1

immagine 1 – Apri Impostazioni di Windows e seleziona Sistema


ottimizzare disco ssd
immagine 2

immagine 2 – Clicca su Archiviazione poi, vai in fondo alla pagina delle opzioni e clicca su Ottimizza unità


ottimizzare disco ssd
immagine 3

immagine 3 – nella scheda Ottimizza unità, seleziona il disco che vuoi che venga ottimizzato automaticamente. Normalmente sarà il disco C, ma ripetendo l’operazione, potrai selezionare anche altri dischi, se li hai. Nell’immagine 3 vedi che in questo caso l’ottimizzazione non è disponibile, perchè è già stata attivata in precedenza con frequenza settimanale. Nella prossima immagine, vedrai meglio di cosa parlo. Questa sarà la condizione finale nella quale ti verrai a trovare quando avrai completato tutta la procedura.


ottimizzare disco ssd
immagine 4

immagine 4 – come vedi, io ho selezionato una frequenza di controllo settimanale, ma anche mensile va più che bene. Spunta le caselle come vedi e clicca su Scegli per andare a selezionare l’unità/disco fisso sul quale effettuare l’ottimizzazione. Come ho detto prima, il disco fisso principale è il C quindi, quello lo devi comunque sempre scegliere.


ottimizzare disco ssd
immagine 5

immagine 5 – eccoci alla fine. Qui devi selezionare il disco, o i dischi , in questo caso sarebbe meglio parlare di Partizioni del disco fisso, che vuoi mettere sotto controllo. Hai anche la possibilità di selezionare Ottimizza automaticamente nuove unità così, se aggiungi un disco fisso, anche USB, al tuo computer, questo entrerà automaticamente a far parte dell’attività di Ottimizzazione. Conferma con OK e il gioco è fatto.

Adesso puoi chiudere tutto e lavorare tranquillamente.

Windows 10 si occuperà di tenere sempre in efficienza i tuoi dischi e di informarti se qualcosa non dovesse andare bene.

In questo modo, potrai intervenire tempestivamente, ad esempio sostituendo il disco fisso.

Tutto chiaro?

Buon lavoro!

La tecnologia e il viaggio, due facce della stessa medaglia: la scoperta

Share